MATERIALI E TECNICHE DI SUTURA

sab 20 maggio 2017 - sab 20 maggio 2017

HOTEL ASTORIA PALACE - VIA MONTE PELLEGRINO - PALERMO
MATERIALI E TECNICHE DI SUTURA
Scarica allegato

Registrati a questo congresso

 

Questo corso trova motivazione dal fatto che spesso ai Medici durante il loro percorso formativo non viene dedicato uno specifico insegnamento dedicato ad una corretta gestione delle ferite. I medici iniziano la propria attività in un Pronto Soccorso o in un Presidio di Continuità Assistenziale o nel loro percorso formativo post- Laurea e talvolta sono costretti ad imparare sul campo, con risultati almeno inizialmente, non del tutto positivi per i pazienti.

Questo breve corso, prevalentemente pratico, vuole dare l’opportunità ai discenti di apprendere come valutare e trattare correttamente una ferita.

I contenuti sono il risultato di uno studio della letteratura internazionale sugli argomenti trattati, mediato dall’esperienza degli istruttori, Medici Specialisti con anni di esperienza e cultori della materia.

Il programma prevede una iniziale parte teorica dove vengono trattate le principali nozioni anatomiche sulla cute, sui tipi di  Ferite, sulle principali tecniche di sutura e delle Terapia post sutura e sul materiale e strumentistica impiegato.

Dopo la parte teorica seguirà una parte pratica che prevede l’ausilio di filmati e di esercitazioni su piedini di maiale o cosce di pollo.

Ogni discente ha a disposizione gli strumenti ed il materiale necessario per poter provare le varie tecniche di sutura che il l’istruttore  del corso spiega con l’aiuto dei filmati.

Durante la prova prativa gli istruttori seguiranno i discenti con il compito di seguirli e correggere eventuali errori.

Molti allievi inizialmente non hanno alcuna esperienza e non conoscono né gli strumenti né le tecniche di sutura. Al termine del corso in genere hanno dimestichezza con gli strumenti ed i materiali e sanno effettuare le più comuni suture con ago e filo.

Per finire vengono date alcune nozioni riguardanti la profilassi antibiotica, antitetanica e antirabbica e le indicazioni per seguire nel migliore modo le ferite dopo il completamento dell’atto medico.

Gli aggiornamenti sono motivati da eventuali nuove evidenze comparse nella Letteratura.