" Dalla trombosi venosa superficiale alla profonda".

sab 03 dicembre 2016 - sab 03 dicembre 2016

HOTEL ALTHEA PALACE - VIA CADUTI DI NASSIRYA, 19 - CASTELVETRANO

Registrati a questo congresso

Razionale

Trombosi Venosa Superficiale (TVS), indica la presenza di uno stato trombotico-infiammatorio di una vena superficiale, ovvero sopra-fasciale. L’incidenza di Trombosi Venosa Superficiale nella popolazione generale è sconosciuta, ma sembra maggiore di quella della Trombosi Venosa Profonda. L’ecodoppler venoso è un’indagine necessaria, nella diagnosi iniziale, per escludere la complicanza più temuta della TVS di vena grande safena alla coscia, e cioè l’estensione in profondità, con conseguente Trombosi Venosa Profonda (TVP) e/o Embolia Polmonare. La prevalenza di tali complicanze delle TVS varia tra il 5,6% e il 44% per le TVP, tra il 2% e il 13% per l’Embolia Polmonare sintomatica e tra il 20% e il 33% per quella asintomatica. Le opzioni terapeutiche finora proposte, comprendono calze elastiche, antinfiammatori, eparina e anticoagulanti orali. Altre possibilità sono la trombectomia locale, la legatura della cross safeno-femorale e lo stripping venoso. Tuttavia, il Pentasaccaride e le Eparine a Basso Peso Molecolare, sono il trattamento di riferimento nella prevenzione e nel trattamento del tromboembolismo venoso, poiché la TVS può estendersi in profondità e produrre Embolia Polmonare. La TVP ha una incidenza nella popolazione generale di 1-2 casi su 1000 abitanti l’anno, ed è pertanto la più comune malattia cardiovascolare, dopo l’infarto miocardico e l’ictus cerebrale. Si tratta di una malattia cronica multi-causale dovuta ad una interazione fra fattori genetici ed acquisiti: quando si supera una certa soglia insorge la trombosi. Anche se la diagnosi, esclusivamente su base clinica, risulta insufficiente, i dati clinici contribuiscono significativamente a determinare la probabilità che un paziente, con sintomi o segni sospetti per TVP, sia realmente affetto da tale patologia. La valutazione della probabilità clinica è fondamentale per un’adeguata gestione del paziente con sospetta TVP e deve essere effettuata prima di eseguire qualunque test diagnostico.