Malattia di Parkinson Complicata

ven 17 giugno 2016 - ven 17 giugno 2016

Grand Hotel Excelsior - Via Vittorio veneto, 66 - Reggio Calabria
Malattia di Parkinson Complicata

Registrati a questo congresso

La malattia di Parkinson è una patologia neurodegenerativa

ad elevata prevalenza, specie nella popolazione di età

avanzata. Le terapie disponibili, efficaci sui sintomi motori

ma non sulla progressione della malattia, sono gravate da

complicanze che diventano più frequenti ed invalidanti con

l’avanzare della malattia. La gestione della terapia, pertanto,

richiede un’attenta valutazione ed una competenza

specialistica. Il gold standard della terapia rimane tuttora

l’utilizzo della levodopa, somministrata tradizionalmente per

via orale. Negli ultimi decenni, l’armamentario terapeutico

si è arricchito di terapie avanzate, indicate nella fase

complicata di malattia, che si pongono come obiettivo la

stimolazione dopaminergica continua.

Tali metodiche comprendono l’uso di apomorfina in pompa

per somministrazione sottocutanea, la stimolazione cerebrale

di nuclei profondi ed infine una particolare modalità di

somministrazione della levodopa mediante infusione

intradigiunale continua di una sospensione gel di levodopa/ carbidopa.

Tale modalità è particolarmente utile nel ridurre

i tempi di OFF e l’intensità e la durata delle discinesie.

L’utilizzo di tali terapie avanzate richiede diversi passaggi:

la selezione del candidato ideale, l’invio al Centro Ospedaliero

di riferimento, l’effettuazione della procedura corretta ed il

follow-up clinico. L’interazione tra Ospedale e Territorio è

fondamentale per rendere lineare ed efficace questo

percorso. Il presente Corso teorico-pratico è rivolto a

Neurologi e si prefigge di fornire indicazioni utili per gestire

la fase avanzata di malattia di Parkinson e di creare i

presupposti per una collaborazione tra Centro di Riferimento

e Territorio, necessaria per un migliore approccio a

questa tipologia di paziente.